Chi mi accompagna?

La comunità degli educatori

Il seminarista è accompagnato da molte persone sul cammino della formazione sacerdotale.

Nell'ordinamento di base per la formazione del sacerdote (nr, 127) si fa menzione delle seguenti persone e comunità:  

  • il Vescovo, come pastore responsabile della comunitá diocesana;
  • il presbiterio, come ambito di comunione fraterna nell'esercizio del ministero ordinato; 
  • la comunità degli educatori del Seminario, come mediazione spirituale e pedagogica; 
  • i professori, offrendo quel supporto intellettuale che rende possibile la formazione integrale; 
  • il personale amministrativo, i professionisti e gli specialisti, con l'apporto della loro testimonianza di fede e di vita e della loro competenza; 
  • infine, gli stessi seminaristi come protagonisti del processo di maturazione integrale, insieme alla famiglia, alla parrocchia d'origine ed eventualmente ad associazioni, movimenti o altre istituzioni ecclesiali. 

Primo responsabile dell'ammissione in Seminario e della formazione al sacerdozio è il vescovo diocesano. In varie occasioni il vescovo incontra i seminaristi e cerca lo scambio con loro. È in continuo contatto con i formatori del seminario. Il vescovo si avvale di colloqui attitudinali, i cosiddetti scrutini, che lo aiutano a verificare l'idoneità del candidato.

La comunità minima dei formatori

La comunità dei formatori in senso stretto è costituita da due persone:

  • Il rettore, che coordina la formazione sacerdotale. Egli è il rappresentante legale del Seminario e lavora con gli altri formatori in stretta collaborazione. Aiuta i candidati nel processo di discernimento e valuta insieme agli altri componenti del team l'idoneità dei seminaristi, con cui conduce frequenti colloqui. 
  • Il padre spirituale è responsabile del cammino spirituale dei seminaristi. Egli dà loro anche impulsi settimanali ed è disponibile per colloqui. Dà loro assistenza nella liturgia, organizza gli esercizi spirituali e promuove la formazione permanente dei candidati.
  • Il prefetto agli studi accompagna i seminaristi nello studio accademico della Teologia e li assiste nelle questioni di carattere scientifico. 
Don Markus Moling
Rettore
Don Josef Knapp
Padre spirituale
P. Martin M. Lintner OSM
Prefetto agli studi

Ulteriori figure di riferimento

Il rettore, il padre spirituale e il prefetto sono affiancati da ulteriori responsabili della maturazione umana e spirituale dei seminaristi. 

  • Ogni seminarista ha il compito di individuare un accompagnatore/accompagnatrice spirituale. Con questa persona conduce colloqui regolari e confidenziali sul proprio cammino vocazionale e chiarisce le questioni che insorgono durante il percorso formativo.  
  • Il/La consulente psicologico/a sostiene il candidato nel processo di crescita umana. Ha colloqui a cadenza regolare e chiarisce le domande più disparate che richiedono una competenza psicologica. 
  • I professori e le professoresse dello Studio Teologico hanno un'importante responsabilità educativa per i seminaristi. Sono loro infatti che introducono i seminaristi al Magistero della Chiesa e permettono loro in questo modo di confrontarsi criticamente con questioni teologiche e filosofiche. 
  • Un ruolo particolare nella formazione viene svolto dalle parrocchie di riferimento e dai parroci che accompagnano i candidati. Nelle parrocchie di tirocinio i seminaristi trascorrono il tempo dal pomeriggio del venerdì alla sera della domenica. Lì vengono affiancati dal parroco e da membri della rispettiva comunità parrocchiale. Nelle parrocchie di tirocinio i seminaristi possono fare esperienze pastorali, ma anche trascorrere del tempo libero, in modo da prendere pian piano confidenza con la vita pastorale della diocesi. 

Infine bisogna sottolineare che è il seminarista il principale responsabile della propria formazione. Da lui ci si aspetta la disponibilità ad affidarsi alle varie fasi del cammino di preparazione.