Molte generazioni di sacerdoti

Personalità del Seminario Maggiore

Nel corso dei secoli hanno studiato a Bressanone e frequentato il Seminario innumerevoli seminaristi. Tra questi annoveriamo personalità interessanti e significative, alcune delle quali sono state anche proclamate sante e beate.

Il più famoso diplomato del Seminario è senza dubbio S. Giuseppe Freinademetz

Freinademetz studiò in Seminario a Bressanone ai tempi del principe vescovo Vinzenz Gasser (1856-1879). Venne ordinato sacerdote il 25 luglio 1876 nella Chiesa del Seminario e pochi anni dopo partì alla volta della Cina, come missionario verbita. Il 19 ottobre 1975 è stato proclamato beato da Papa Paolo VI e il 5 ottobre 2003 è seguita la sua canonizzazione da parte di Giovanni Paolo II. 

Aemlian Schöpfer è uno dei professori più noti che insegnarono in Seminario agli inizi del XX secolo. Schöpfer studiò Teologia a Vienna, poi tornò a Bressanone, divenne cappellano di corte dei vescovi Leiß e Aichner. In seguito insegnò Antico Testamento e lingue orientali al Seminario Maggiore. Si occupò anche di questioni sociali e nel 1888 fondò per Bressanone e dintorni un'associazione stampa a carattere politico e di stampo cattolico. Nel 1892 pubblicò il bollettino del popolo (der Volksbote), nel 1894 fondò una propria tipografia a Bressanone, Bolzano e Innsbruck. È stato anche il fondatore della rivista "Tiroler" e "Tiroler Post". Nel 1907 fondò la casa editrice "Tyrolia" a Bressanone.  

Nel Seminario di Bressanone studiarono anche alcuni sacerdoti che caddero vittime del regime dittatoriale nazionalsocialista. Tra essi ricordiamo i beati Otto NeururerCarl Lampert. Nella cappella del Seminario alcune loro reliquie e due ritratti ne curano la memoria. . 

Anche il padre pallottino Franz Reinisch studiò nel Seminario di Bressanone. Anche egli fu vittima del nazionalsocialismo. Disse: "Non potrò mai da cristiano e da austriaco giurare fedeltà ad un uomo come Hitler. Ci devono essere persone che protestano contro gli abusi di potere; e io mi sento chiamato a questa protesta".

Il padre gesuita Josef Andreas Jungmann appartiene ai grandi esperti di scienze liturgiche della storia della chiesa moderna. La sua opera "Missarum Sollemnia" ha un significato particolare. Studiò dal 1909 al 1913 in Seminario ed entrò successivamente nell'ordine gesuita. 

Tre vescovi attualmente in carica sono usciti dal Seminario Maggiore di Bressanone: il vescovo diocesano Ivo Muser, il vescovo di Treviso Michele Tomasi e l'arcivescovo della curia vaticana Giovanni Pietro Dal Toso